NOTIZIE / 27.09.10 / SICUREZZA

Dodici progetti per una città più bella e vivibile

Bilancio Partecipativo 2010: con 1200 voti i cittadini hanno scelto 12 progetti. Vigatto, Montanara e Oltretorrente i quartieri con il maggior numero di interventi da realizzare.
bilancio partecipativo

 

Da oggi i cittadini di Parma sono più “ricchi”. Ricchi di verde pubblico, di nuova viabilità, di spazi sociali e di nuovi servizi. Sono dodici i nuovi progetti che contribuiranno a fare della nostra una città migliore in cui vivere, dalla riqualificazione del parco Vezzani al Montanara a un percorso cultural turistico in Oltretorrente fino alla sistemazione dell’ex municipio di Corcagnano per farne un centro di medicina di gruppo. Progetti, e qui sta la peculiarità del Bilancio Partecipativo, proposti dai Quartieri e scelti direttamente dai cittadini attraverso il voto. Oltre 1100 i voti raccolti in poco più di un mese, voti che i parmigiani hanno espresso via telefono e via web ma anche nei gazebo nei mercati di quartiere. 
Dodici i progetti che saranno realizzati nei quartieri Montanara, Oltretorrente, Parma Centro, Vigatto, San Leonardo, Cortile San Martino e Cittadella. Al Montanara prevista la riqualificazione del parco Vezzani con rete wireless al suo interno, la riqualificazione del verde pubblico al Cinghio Sud e collegamento stradale tra il Cinghio Sud e il quartiere Bandini. In Oltretorrente nasceranno dei percorsi turistico culturali che facilitino i visitatori a scoprire la bellezza del Parco Ducale, delle chiese Farnesiane, dell'Ospedale Vecchio, di Santa Croce che è la chiesa più antica di Parma, dei chiostri, delle maestà, dei borghi, del tratto di via Francigena che percorre il Quartiere, degli eventi storici ed anche dei personaggi che sono l'orgoglio del Quartiere. Votato in Parma Centro il progetto “Civil-Mente” per far crescere la consapevolezza civica dei bambini attraverso disegni, fumetti ed elaborati creativi. Al quartiere Vigatto è prevista la sistemazione di parte dei locali dell’ex municipio di Corcagnano per ospitarvi un nucleo di medicina di gruppo, con l’inserimento di un medico pediatra. Al San Leonardo in programma la riqualificazione del parco dei Vecchi Mulini e la riqualificazione delle aree comprese tra l'incrocio di via Trieste con via Doberdò e la zona di via Treviso via Cocconi. “Welcome to Parma” al Cortile San Martino creerà una porta della città di Parma per chi vi arriva dall’Autostrada del Nord. Infine al quartiere Cittadella verrà realizzato un piano di riassetto della viabilità delle frazioni. 
Fabio Fecci, assessore al Decentramento, ha sottolineato come il Bilancio Partecipativo rappresenti un importante momento di coinvolgimento della cittadinanza, tramite i quartieri. Mario Marini, assessore con delega ai Servizi al cittadino, ha ricordato che il 70% dei progetti finora presentati sono stati realizzati o sono in fase di progettazione esecutiva”.

Da oggi i cittadini di Parma sono più “ricchi”. Ricchi di verde pubblico, di nuova viabilità, di spazi sociali e di nuovi servizi. Sono dodici i nuovi progetti che contribuiranno a fare della nostra una città migliore in cui vivere, dalla riqualificazione del parco Vezzani al Montanara a un percorso cultural turistico in Oltretorrente fino alla sistemazione dell’ex municipio di Corcagnano per farne un centro di medicina di gruppo. Progetti, e qui sta la peculiarità del Bilancio Partecipativo, proposti dai Quartieri e scelti direttamente dai cittadini attraverso il voto. Oltre 1100 i voti raccolti in poco più di un mese, voti che i parmigiani hanno espresso via telefono e via web ma anche nei gazebo nei mercati di quartiere. 

Dodici i progetti che saranno realizzati nei quartieri Montanara, Oltretorrente, Parma Centro, Vigatto, San Leonardo, Cortile San Martino e Cittadella. Al Montanara prevista la riqualificazione del parco Vezzani con rete wireless al suo interno, la riqualificazione del verde pubblico al Cinghio Sud e collegamento stradale tra il Cinghio Sud e il quartiere Bandini. In Oltretorrente nasceranno dei percorsi turistico culturali che facilitino i visitatori a scoprire la bellezza del Parco Ducale, delle chiese Farnesiane, dell'Ospedale Vecchio, di Santa Croce che è la chiesa più antica di Parma, dei chiostri, delle maestà, dei borghi, del tratto di via Francigena che percorre il Quartiere, degli eventi storici ed anche dei personaggi che sono l'orgoglio del Quartiere. Votato in Parma Centro il progetto “Civil-Mente” per far crescere la consapevolezza civica dei bambini attraverso disegni, fumetti ed elaborati creativi. Al quartiere Vigatto è prevista la sistemazione di parte dei locali dell’ex municipio di Corcagnano per ospitarvi un nucleo di medicina di gruppo, con l’inserimento di un medico pediatra. Al San Leonardo in programma la riqualificazione del parco dei Vecchi Mulini e la riqualificazione delle aree comprese tra l'incrocio di via Trieste con via Doberdò e la zona di via Treviso via Cocconi. “Welcome to Parma” al Cortile San Martino creerà una porta della città di Parma per chi vi arriva dall’Autostrada del Nord. Infine al quartiere Cittadella verrà realizzato un piano di riassetto della viabilità delle frazioni. 

Fabio Fecci, assessore al Decentramento, ha sottolineato come il Bilancio Partecipativo rappresenti un importante momento di coinvolgimento della cittadinanza, tramite i quartieri. Mario Marini, assessore con delega ai Servizi al cittadino, ha ricordato che il 70% dei progetti finora presentati sono stati realizzati o sono in fase di progettazione esecutiva”.