Cultura


Superba è la notte. Ancora ascolto una rosa...

Un cast d'eccellenza e tutto al femminile per il terzo appuntamento: il Quartetto Spilville accompagnerà la voce recitante di Paola Gassman sui testi poetici di Morante, Luzi, Pecora, Rosselli, Campana, Pavese, Aleramo.
augusto_daolio_1990 ©associazione_“augusto_per_la_vita”
Quando
Dal 19 luglio 2018 ore 21.00 al 19 luglio 2018 ore 23.00
DOVE

Prosegue, giovedì 19 luglio alle ore 21.00 ad ingresso libero, la seconda edizione della rassegna “Superba è la notte. La Poesia italiana del ‘900 incontra la Musica” con la serata dal titolo Ancora ascolto una rosa..., con la voce recitante di Paola Gassman e il Quartetto Spilville

Un cast d'eccellenza e tutto al femminile per il terzo appuntamento dal titolo “Ancora ascolto una rosa...”. Sul palco del Cortile d'Onore il Quartetto Spilville, composto da Alice Costamagna e Simona Cazzulani, violini; Ilaria Negrotti, viola; Maria Cristina Mazza, violoncello, incontrerà la parola recitata di Paola Gassman per una serata in cui pregevoli liriche liriche di autori quali Morante, Luzi, Pecora, Rosselli, Campana, Pavese, Aleramo, saranno affiancate da pagine di celebri compositori quali Lully, Delibes,  Glass, Gardel, Komitas/Aslamazyan, Albéniz, Dvorák.

Paola Gassman È più o meno dal 1968 anno in cui si è diplomata all'Accademia d'arte drammatica "Silvio D'Amico" che l'attrice Paola Gassman si dedica quasi esclusivamente al teatro, ad eccezione di alcune sporadiche ma significative apparizioni televisive . Numerosi sono quindi gli spettacoli teatrali ai quali ha preso parte. Il suo debutto avvenne con un testo di Osborne :"Un debito pagato" a cui seguirono tre anni nella compagnia "Teatro Libero diretta da Luca Ronconi che produsse il famosissimo spettacolo "Orlando furioso" culminato poi in un'importante trasposizione televisiva. Ma anche "La tragedia del vendicatore" e "la cucina"regista Lina Wertmuller. Negli anni 70 partecipa ad alcuni spettacoli diretti da suo padre Vittorio Gassman: "Cesare o nessuno" e "Fa male il teatro" "Bugie sincere". Dal 1980  si forma la ditta teatrale Pagliai - Gassman che  avrà' vita per più' di venti anni affermandosi con successo in spettacoli drammatici e brillanti  e dedicando un grande spazio a Pirandello  con testi come: "Liola'" "Il piacere dell’onestà" "L'uomo la bestia e la virtù'" "Ma non è' una cosa seria" "Il giuoco delle parti" "La ragione degli altri" "Enrico quarto" Ma anche "Il bugiardo" di Goldoni, "Il Gatto in tasca" di Feydeau, "Il sogno di una notte di mezza estate" "Il mercante di Venezia" di Shakespeare e  tantissimi altri grazie ai quali l'attrice ha avuto modo di essere diretta da importanti registi come Ronconi, Squarzina, Costa, Bolognini, Castri, Sciaccaluga, Piccardi, MAccarinelli , De Fusco, Liberovici, Salvo. Di recente Paola Gassman ha pubblicato per Marsilio il suo libro:" Una grande famiglia dietro le spalle" che testimonia la sua lunga familiarità con il teatro non solo per i suoi meriti personali che hanno fatto di lei un'attrice stimata e amata dal pubblico e dalla critica ma soprattutto per tutti quegli straordinari personaggi che ha avuto il privilegio di avere appunto "dietro le spalle" (bisnonni, nonni, zii, genitori) che portano i nomi di: Zacconi, Renzo Ricci, Margherita Bagni, Eva Magni, Nora Ricci, Vittorio Gassman.

Quartetto Spilville è una formazione tutta al femminile composta da quattro amiche accomunate dalla gioia di suonare insieme e desiderose di condividere con il pubblico le bellezze del repertorio cameristico. Il gruppo è nato in seno alla Fondazione Toscanini di Parma nel 2016 e, scoperta una grande intesa musicale e umana, ha continuato ad esibirsi confrontandosi con alcuni dei più grandi capolavori del repertorio per quartetto d'archi. I membri del quartetto hanno alle spalle una ricca carriera nell'ambito orchestrale e cameristico: tra gli enti con cui hanno collaborato, oltre alla Filarmonica Toscanini, possiamo citare l'Accademia di Santa Cecilia di Roma, l'Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, il Teatro Petruzzelli di Bari, l'OSN Rai.

Ad anticipare le serate di Superba è la notte la rassegna di videopoesia “Grandi poeti del ‘900” a cura di Giovanni Martinelli e dell'Associazione La Musa, caratterizzata da proiezioni di cortometraggi dedicati ad alcuni poeti della nostra città e a grandi nomi della poesia italiana.

A partire dalle ore 19 presso la Casa del Suono ad ingresso libero, verranno proiettati i cortometraggi:

La Casa di Bernardo, 1995 (10 min.) Il corto è il primo della serie con Bertolucci, nato come idea subalterna ma forte: quella di lasciare Attilio Bertolucci libero di raccontare, senza prefissati schemi cronologici e di argomenti, il suo rapporto con questa terra appenninica. Qui il paesaggio suggerisce al regista una sorta di “elegia” poetica e struggente introdotta dalla voce del poeta Pier Paolo Pasolini, impegnato a rispondere coi versi estrapolati dalla raccolta “Poesia in forma di rosa” all'amico Bertolucci, dopo una sua visita a Casarola.

Alla periferia della gioia, 2012 (15 min.) È la storia della città di Milano raccontata da tre generazioni di poeti: la città dagli anni ’40 ad oggi attraverso i testi di Franco Loi, la periferia nord- Lambrate e dintorni- di Milo de Angelis, quella a sud del giovane Italo Testa.

Sporca poesia, 1998 (26 min) realizzato in occasione dell’incontro tra Alda Merini e il regista, avvenuto nel marzo 1998 a Teatro Due durante il Festival Parma Poesia. Il corto è il diario di una sorta di terzo grado tra un critico ed una poetessa aggressivamente femminile, con intermezzi al pianoforte e reading finale.

Ombra dell’Aquila, 2015 (20 min), tratto dal poema “Le midolla del male” di Emilio Zucchi. La voce recitante, matura e appassionata, è quella di Gigi Dall’Aglio, mentre Emilio Zucchi è il protagonista che passeggia, silenzioso e assorto, nei luoghi disegnati dal suo poema. «Il film, un omaggio alla città in cui tutta l’opera ha visto la luce, è il racconto della scintilla che produce un atto poetico e creativo – ha sottolineato Luisa Pecchi dell’Associazione Le Musa che ha prodotto l’opera – un tributo alla poesia, che salva il mondo anche dagli orrori della storia».

La regia e fotografia di tutti i filmati proposti è di Giovanni Martinelli, mentre le musiche originali sono di Luisa Pecchi.

La Rassegna, tutta ad ingresso gratuito, è realizzata a cura dell' Assessorato alla Cultura - Settore Casa della Musica del Comune di Parma, Giuseppe Marchetti e Biblioteca Ugo Guanda in collaborazione con Fondazione Arturo Toscanini, Società dei Concerti di Parma, Associazione culturale Ermo Colle, Associazione La Musa. Con il contributo di Fondazione Cariparma.



Numero Unico 0521 40521
La mappa della Cultura

> La mappa della Cultura

Mappa dei luoghi della Cultura