Cinema / 21.07.20

Giardini della Paura

Fino al 26 agosto ogni mercoledì sera all'arena estiva del cinema Astra, la storica rassegna di cinema horror giunta alla XXI edizione. Nei giorni di Ferragosto due film grotteschi e irriverenti: il 12 agosto"Troll 2" di Claudio Fragasso, il 19 "Citizen Toxie-The Toxic Avenger 4" di Lloyd Kauffman.
giardini della paura 2020 21.jpg

Dal 15 luglio fino al 26 agosto 2020 ogni mercoledì notte dalle 21.30 appuntamento all'arena estiva del Cinema Astra con i Giardini della Paura.

 Contro ogni previsione, puntuali come un orologio a cucù rotto che segna la mezzanotte, I Giardini della Paura riprendono vita. La 21a edizione, organizzata dall'Ufficio Cinema dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Parma nell’ambito di Parma Capitale della Cultura 2020-21 con il contributo di Emilia Romagna Film Commission, sarà, un’edizione particolare e storica allo stesso tempo, che sposterà la sua sede abituale dai Giardini di San Paolo all’Arena estiva del cinema Astra: un modo per garantire la dovuta sicurezza agli spettatori ma anche un messaggio importante per ribadire che Parma e il cinema non si lasciano sconfiggere dalle difficoltà degli ultimi mesi e, come recita il sottotitolo, sono “duri a morire”.

Nei giorni di Ferragosto tanto divertimento con due film grotteschi e irriverenti: il 12 agosto "Troll 2" di Claudio Fragasso (1990) il peggior film della storia, vero fenomeno planetario, e il 19 agosto "Citizen Toxie-The Toxic Avenger 4", definitivo episodio di una saga trash e dissacrante firmata dal patron della Troma, Lloyd Kauffman. 

TROLL 2 di Claudio Fragasso (Italia/USA, 94’)
La famiglia Waits si reca in vacanza in un piccolo villaggio di nome Nilbog. Qui vivono i goblin, piccoli folletti vegani che odiano gli umani carnivori e ne assumono le sembianze per ingannarli, inducendoli a mangiare cibo dal colore verde in grado di trasformarli in piante…
Sceneggiato da Rossella Drudi, moglie di Fragasso, prodotto dalla Filmirage di Joe D'Amato con 200 mila dollari e girato in un mese a Park City nello Utah, è ad oggi noto come “Best Worst Movie” il peggior film della storia. Il cast è composto principalmente da mormoni del luogo.
Un cult assoluto in VHS negli USA, divenuto negli anni un vero fenomeno, con proiezioni di mezzanotte in tutto il mondo: Drudi ha descritto il film come un «horror-comico-demenziale con simbologie esoteriche». 
Nella filmografia “responsabile” di Fragasso (1951) spiccano Teste rasate (1993) e Palermo Milano - Solo andata (1995).
 
CITIZEN TOXIE: THE TOXIC AVENGER 4 di LLoyd Kaufman (USA, 108’)
La Mafia del Pannolino prende in ostaggio una classe di Ragazzi Speciali di Tromaville: il Vendicatore Tossico e il suo pard Lardass sventano il rapimento ma a costo della vita di quasi tutti gli ostaggi. Toxie deve però correre a casa da Sarah, l'amata moglie cieca, compromettendo così il tentativo di disinnescare la bomba piazzata dalla Mafia nella scuola...
Quarto e ultimo capitolo della saga più malata, irriverente, sconclusionata del cinema indipendente americano firmata Troma, la casa di produzione più trash del pianeta: il film si apre subito con le scuse da parte del creatore stesso Lloyd Kaufman (1945) per i due pessimi sequel precedenti e prosegue con una satira ferocissima che non risparmia nessuno.
Eli Roth appare in un paio di inquadrature, come Lemmy dei Motorhead e il regista nel finale. Ron Jeremy è il prete.

Per chiudere la rassegna (26 agosto), una pietra miliare del thriller voyeristico: "L’occhio che uccide" di Michael Powell (1960), prototipo del filone “serial killer” in pellicola.

Dopo i fasti dei primi vent’anni, celebrati l’anno scorso, con Dario Argento nella magnifica cornice del Teatro Regio, c’è ancora voglia di festeggiare con questa XX+I edizione che riflette sul cinema e i suoi anniversari: dal 15 luglio al 26 agosto, ogni mercoledì alle 21.30 con ingresso libero (tramite prenotazione obbligatoria), una serie di appuntamenti si trasformeranno in vere e proprie feste di compleanno. Questo strano 2020 ci permette di riflettere sul cinema della paura e su quei film che in un modo o nell’altro ne hanno fatto la storia: la scelta è caduta su titoli degli anni “0” a partire dal 1960, uno per decennio, per scoprire e riscoprire quel percorso che ha portato alla nascita del moderno cinema dell’orrore.

A fare da maestro di cerimonie, mercoledì 15 luglio, è stato l’alfiere del nuovo cinema dell’orrore, Federico Zampaglione, che nel 2010 con "Shadow" ha dimostrato come fosse ancora possibile trattare il genere in Italia a un livello internazionale. Non solo: Zampaglione a modo suo ha voluto, durante il periodo di lockdown, dare un messaggio di speranza ancora più forte, producendo, dirigendo e montando due corti, "Bianca" e "Bianca - Fase 2", interpretati dalla figlia undicenne Linda e dalla compagna, presentati per la prima volta su grande schermo ai Giardini della Paura, in compagnia del regista e di una delle protagoniste, l’attrice e futura moglie Giglia Marra. Zampaglione ha ricevuto in questa occasione il premio “King of Horror” dei Giardini della Paura, disegnato e modellato in 3D da Alessandro Canu, Andrea Bazzini e Davide Quagliarini. 

 

MODALITA' DI PRENOTAZIONE:

A causa della disponibilità limitata del numero di posti, l’accesso alle proiezioni sarà consentito con prenotazione obbligatoria, di settimana in settimana, a partire da ogni giovedì mattina per il mercoledì successivo, con le seguenti modalità:

- tramite la web app del Comune di Parma, all’indirizzo www.comune.parma.it/prenota

- inviando sms o whatsapp al n. 366/2376453

attendendo sempre la conferma dei posti prenotati

L’ingresso è sempre vietato ai minori di anni 18 e la visione dei film sconsigliata ad un pubblico impressionabile.

In caso di maltempo le proiezioni si svolgeranno nella sala al chiuso.

Info: Ufficio Cinema 0521031035 www.facebook.com/giardinidellapaura

Si ringraziano Midnight Factory, Nocturno e HODTV.NET, piattaforma streaming horror/thriller che ha acquisito in esclusiva e unito in un unico mediometraggio i due corti Bianca di Federico Zampaglione.

PROGRAMMA:

I GIARDINI DELLA PAURA - 21° edizione -Duri a morire

15 luglio - 26 agosto 2020, ogni mercoledì notte, h 21.30

Cinema Astra arena estiva, Parma – Ingresso libero

15 luglio

BIANCA - Fase 1 e 2 (Italia 2020, 26’)

a seguire

SHADOW di Federico Zampaglione (Italia, 2010, 80’)

Saranno presenti il regista Federico Zampaglione e l’attrice Giglia Marra

 

22 luglio

MUORI PAPA’... MUORI! di Kirill Sokolov (Why Don't You Just Die! Russia 2020, 99’)

PRIMA VISIONE

 

29 luglio

IL ROSSO SEGNO DELLA FOLLIA di Mario Bava (Italia/Spagna 1970, 88’)

 

5 agosto

SHINING - Extended edition di Stanley Kubrick (The Shining, GB/USA 1980, 144’)

 

12 agosto

TROLL 2 di Claudio Fragasso (Italia/USA 1990, 94’)

 

19 agosto

CITIZEN TOXIE: THE TOXIC AVENGER 4 di LLoyd Kaufman (USA 2000, 108’)

 

26 AGOSTO

L’OCCHIO CHE UCCIDE di Michael Powell (Peeping Tom, GB, 1960, 101’)