Sabato 17 febbraio 2018 si terrà alle ore 11, presso la Galleria San Ludovico, l'inaugurazione  di “Figure”, la mostra personale dell’artista Sergio Cavazzini, curata da Stefania Provinciali.

La mostra è organizzata con il patrocinio e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma.

L’esposizione, ad ingresso libero, sarà aperta al pubblico fino a domenica 18 marzo il giovedì e il venerdì dalle 15 alle 17.30, il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 18.30. 

Sergio Cavazzini lavora da tempo nel silenzio del suo studio. Ha partecipato a numerose mostre collettive con opere di forte impatto visivo senza però aprire la propria produzione completa al mondo. Oggi, con questa personale, dal titolo quanto mai allusivo “Figure. Dall’Accademia ai giorni nostri” mostra il proprio cammino espressivo, dove elementi ideali e formali si incontrano nella certezza di un racconto di vita e di un addentrarsi nelle cose e nelle azioni rilette dal filtro del pensiero.

“[…]Cavazzini apprezza le luci di Caravaggio e di Rembrandt, ama Ribera e i caravaggeschi, ma si ritrova a contemplare Otto Dix, già definito uno storiografo artistico del proprio tempo. Un aspetto questo che potrebbe essere esplicativo anche della pittura di Cavazzini che guarda il mondo ma lo filtra attraverso il proprio vedere, attraverso la memoria delle cose, degli spazi, dei sentimenti. Si insinua in questo rielaborare della mente il passaggio forse più concreto, visibile nelle opere, che passa da un pieno barocco delle origini all’assoluto dominio del colore e dell’idea nei percorsi più recenti, evidenziando una più intima riflessione sul mondo…” scrive in catalogo Stefania Provinciali. 

I lavori di Cavazzini raccontano storie, ma storie enigmatiche, ardue da leggere in chiave di verosimiglianza: sono verosimili i particolari, i volti, per esempio, ma anche le mani, i piedi per lo più nudi, i capelli (c’è una vera ossessione per i capelli); però la situazione rimane misteriosa. I personaggi stanno facendo qualcosa, ma, a parte qualche eccezione, non si capisce bene che cosa. E anche quando la scena è famigliare su di essa aleggia una atmosfera onirica…” scrivono Maria Rosa Torlasco e Andrea Calzolari.

 

Sergio Cavazzini:

Sergio Cavazzini è nato a Parma il nel 1963 dove vive e lavora.

Si è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna nel 1986 (Scuola di Pittura di Concetto Pozzati, Scuola di Incisione Luigi De Vita). Ha iniziato ad esporre nel 1986 con l’Atelier Pozzati partecipando poi nel tempo a mostre collettive.