Cultura


Michele Marelli per Traiettorie

Venerdì 9 novembre un altro solista d'eccezione salirà sul palco della rassegna di musica Moderna e Contemporanea.
10
Quando
Dal 09 novembre 2018 ore 20.30 al 09 novembre 2018 ore 22.00
DOVE
Fa parte di
Nell'ambito di Traiettorie 2018

Fra i grandi clarinettisti della scena contemporanea Michele Marelli si distingue per essere anche il maggior esecutore di corno di bassetto, che altro non è che un clarinetto contralto, una specializzazione che gli ha consentito di avvicinare alcuni compositori alla scrittura per questo strumento ma anche di eseguire molte pagine per corno di bassetto senza trasporle per clarinetto. Un altro solista d’eccezione appone dunque il proprio nome sul cartellone 2018 della rassegna di musica moderna e contemporanea Traiettorie, in programma presso la Casa della Musica di Parma il 9 novembre alle ore 20:30.

Piemontese di Alessandria, ove si è diplomato in clarinetto con il massimo dei voti, il quarantenne Michele Marelli è laureato in Lettere Moderne all’Università di Torino con una tesi su Karlheinz Stockhausen, con il quale ha del resto sviluppato un intenso rapporto professionale fin da quando era ancora diciottenne: proprio il grande compositore tedesco lo ha spinto allo studio del corno di bassetto. Di questo strumento si può dire che Marelli sia oggi il miglior specialista al mondo. È stato anche assistente di clarinetto presso gli Stockhausen-Kurse Kürten, ove ha vinto sei volte il premio per la migliore performance, e in seguito è stato cooptato nell’Ensemble di Stockhausen, ha registrato pezzi in prima mondiale sotto la sua direzione e tutta la sua opera per clarinetto e corno di bassetto, per la quale ha vinto numerosi premi.

Doveroso dunque l’omaggio a Stockhausen nel concerto di Traiettorie con «UVERSA», sedicesimo dei ventiquattro segmenti, uno per ogni ora del giorno, del grandioso ciclo «Klang», di cui Marelli ha eseguito la prima mondiale nel 2010. Il resto del programma segue un percorso legato a grandi nomi del Novecento come Boulez e Kurtág e a personalità che hanno ormai saldamente fissato il proprio nome alla seconda metà del secolo. Di Boulez verrà eseguito «Dialogue de l’ombre double» (1984) per clarinetto e nastro magnetico, uno dei classici lavori di Boulez sulla circolarità del tempo; di Kurtág invece un raro frammento per corno di bassetto, «In Nomine – all’ongherese» del 2001. Per corno di bassetto è anche «Il peso di un respiro» (2015-2017) di Marco Stroppa mentre per clarinetto sono «Edi», dedicato nel 2009 da Toshio Hosokawa a Marelli e «iv3» (2008) di Mark Andre, in prima italiana.

Ospite nei maggiori festival e rassegne internazionali, collaboratore di numerosi compositori, Marelli ha vinto fra gli altri il Premio “Una vita nella musica giovani” del Gran Teatro La Fenice di Venezia nel 2014, il Concorso internazionale “Krzysztof Penderecki”, il Premio “Valentino Bucchi” e il Logos Award. Dal 2016 registra per la Decca Classics, debuttando con un cd che ha ottenuto la nomination agli International Classical Music Awards e cinque stelle delle riviste «Amadeus» e «Musica». È artista ufficiale Henri Selmer Paris e Buffet Crampon Paris, collabora con l'Ensemble Musikfabrik di Colonia; insegna Musica da Camera al Conservatorio di Sassari.

 

Programma della serata:

Pierre Boulez (1925-2016)

Dialogue de l’ombre double (1984)

per clarinetto e nastro magnetico

 

György Kurtág (1926)

In Nomine – all’ongherese (2001)

versione per corno di bassetto (2013)

da Jelek, játékok és üzenetek (1984-2013)

 

Marco Stroppa (1959)

Il peso di un respiro (2015-2017)

riflessioni per corno di bassetto

- Sdoppiato, con pudicizia

- Pulviscolante

- And sing until he drop

- Rintanato

 

Mark Andre (1964)

iv3 (2008)

per clarinetto e timpano

*Prima esecuzione italiana

 

Toshio Hosokawa (1955)

Edi (2009)

per clarinetto

 

Karlheinz Stockhausen (1928-2007)

UVERSA – 16. Stunde

da Klang (2007)

per corno di bassetto ed elettronica

 

Organico:

Michele Marelli, clarinetto e corno di bassetto

Marco Matteo Markidis, regia del suono

 

 

Biglietteria 

I biglietti saranno disponibili il giorno del concerto presso la reception della Casa della Musica (Piazzale S. Francesco 1, 43121 Parma) a partire dalle ore 19:30 e in prevendita su VIVATICKET (https://bit.ly/2Ob7pgX). 

Costi dei biglietti 

Intero: € 15

Ridotto generico: € 10 (over 65 e soci TCI)

Ridotto studenti: € 5 (studenti universitari e del Conservatorio)

Omaggio: under 18 

Per informazioni

Fondazione Prometeo

tel. 0521 708899 – cell. 348 1410292

e-mail: info@fondazioneprometeo.org 

Link utili 

http://www.fondazioneprometeo.org

https://www.facebook.com/festivaltraiettorie/

https://twitter.com/f_prometeo

 



Numero Unico 0521 40521
La mappa della Cultura

> La mappa della Cultura

Mappa dei luoghi della Cultura