Protezione Civile

Rischio sismico

Su tutto il territorio del Comune di Parma è stato realizzato uno specifico studio dello scenario sismico con una definizione del livello di esposizione al rischio del territorio ai fini delle attività di protezione civile, con la conseguente realizzazione di una microzonazione sismica.

Il procedimento seguito per la valutazione del rischio è basato sull’analisi delle caratteristiche del territorio in rapporto con la presenza umana, secondo il procedimento generale proposto dall’UNESCO (1984), adattando la trattazione alla scala di lavoro comunale ed al dettaglio dei dati a disposizione.

L’UNESCO, ai fini della mitigazione dei danni causati da eventi naturali estremi ed in generale per la riduzione dell’esposizione al rischio della popolazione, ha proposto una equazione di calcolo del rischio di valore generale, caratterizzata dai seguenti fattori:

 

 

  • pericolosità (H) è la probabilità che un fenomeno potenzialmente dannoso di una certa intensità si verifichi in un dato periodo di tempo ed in una data area e per determinate cause d’innesco
  • elementi a rischio (E) sono costituiti da popolazione, proprietà, attività economiche a rischio in una data area
  • vulnerabilità (V) è il grado di perdita atteso su un dato elemento o gruppi di elementi a rischio derivante da un potenziale fenomeno distruttivo di una data intensità

 

 

Dunque per rischio totale si intende il prodotto: R = H * V * E

 

La definizione del valore degli elementi esposti al pericolo ha riguardato essenzialmente l’individuazione, attraverso le informazioni fornite dall’anagrafe comunale, degli edifici abitati sul territorio, attribuendo sempre il massimo del valore alla presenza umana tralasciando considerazioni di natura più strettamente economica legate al valore degli edifici e dei beni in generale.

Sulla base delle informazioni disponibili circa le caratteristiche costruttive degli edifici ed in relazione all’epoca di realizzazione, sono stati inoltre delimitati i settori a differente livello di vulnerabilità intesa come propensione al danneggiamento. La vulnerabilità urbana è stata nel complesso valutata in termini relativi come attitudine del sistema insediativo, a parità di evento sismico, a perdere in maggiore o minore misura le proprie prestazioni funzionali.

L’incrocio di queste grandezze con la perimetrazione della pericolosità ha permesso la quantificazione, sempre in termini relativi, degli effetti del moto sismico atteso sugli insediamenti e sulle infrastrutture, e pertanto la definizione del livello di esposizione al rischio sismico.

I livelli di rischio sismico individuati nelle cartografie allegate sono 4:

1-    MOLTO BASSO

2-    BASSO

3-    MODERATO

4-    CONSISTENTE

ALLEGATI:
Rischi (5)
Numero Unico 0521 40521
Scopri il Piano di Emergenza Comunale Geo-3D

Fasce altimetriche e CTR - x8 Scopri le nuove potenzialità dei sistemi Geo-3D in uso alla Protezione Civile Comunale.

Alert System

BANNER_ALERT-SYSTEM Servizio di avviso telefonico di emergenza per eventi calamitosi

La Protezione Civile spiegata ai più piccoli

Immagine1 Presentazioni per i più piccoli

Cosa fare in caso di alluvione - VIDEO

alluvione1 Il video spiega al cittadino che cos'è un'alluvione e come comportarsi prima, durante e dopo. Una voce narrante racconta quali sono i comportamenti salvavita da adottare. Il video è stato curato dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna e realizzato da Lorenzo Castiello e Alessa

Cosa fare in caso di Terremoto - VIDEO

Terremoto Parma ll video spiega al cittadino cosa fare durante e dopo un terremoto. Una voce narrante racconta quali sono i comportamenti salvavita da adottare in caso di terremoto. Il video è stato curato dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di un progetto di comunicazione coo


AREA RISERVATA