La Regione Emilia-Romagna lo scorso novembre 2019, ha approvato i criteri attuativi del Fondo Sociale per l’Affitto e le specifiche direttive per il suo funzionamento e l’erogazione, permettendo di sbloccare le risorse che erano state destinate dal 2014 al 2018 al Fondo inquilini morosi incolpevoli.

Tra i requisiti necessari per ottenere il contributo, il risiedere in uno dei Comuni del Distretto di Parma, nonché nell’alloggio oggetto del contratto di locazione, dichiarare un reddito Isee compreso tra 3.000 e 17.154 euro e avere un contratto di affitto regolarmente registrato.

Il Comune di Parma, nell’ottica di sostenere le famiglie che stentano a pagare il canone di locazione, ha scelto di erogare il massimo del contributo previsto dalla delibera regionale, ossia sino a sei mensilità per un importo massimo di 3.000 euro.

Il Bando distrettuale "Fondo Affitto" per l'erogazione di contributi ai nuclei in locazione è stato aperto in data 24 febbraio 2020.

A seguito dell'emeregeza sanitaria Coronavirus, in accordo con i Comuni del Distretto si è ritenuto di prorogare sino al 31 maggio 2020 il termine di scadenza per l’Avviso Pubblico relativo alla raccolta delle domande per il FONDO REGIONALE PER L'ACCESSO ALL'ABITAZIONE di cui agli artt. 38 e 39 della L.R. N.24/2001 e ss.mm.ii. e alla DGR N.1815/2019 la cui chiusura era prevista per il 10 aprile.

Tale decisione è stata necessaria a causa degli ovvi disagi creati dalla situaizone contingente e alle misure di restrizione Covid 19, poichè sia gli uffici di Acer che i Caaf e patronati erano impossibilitati a supportate le persone nella compilazione della domanda. E’ proseguita regolarmente la ricezione delle domande on line.

La Graduatoria delle domande presentate dal 24 febbraio al 31 maggio 2020 è in corso di stesura e a conclusione dell'iter procedurale previsto, ne sarà data ampia diffusione sul portale internet del Comune di Parma.