Presso le quattro sedi del Servizio Sociale territoriale (Poli Sociali territoriali) sono costituite micro-equipe che si occupano dell’area Fragilità. Le situazioni in carico possono riguardare l’ambito del disagio sociale, economico, abitativo, lavorativo, ecc., ed interessare le persone in condizioni di povertà, vulnerabilità ed esclusione sociale, anche gravate da problematiche di devianza, violenza di genere, dipendenza. 

La Struttura Operativa Fragilità, in sede centrale (DUC), promuove e coordina, in stretto raccordo con i Poli territoriali di Servizio Sociale ed in collaborazione con i soggetti del terzo settore, una rete di interventi orientati a sostenere i singoli e le famiglie con difficoltà relazionali, sociali ed economiche in una logica di affiancamento verso un percorso di autonomia e tutela delle persone più fragili attraverso la predisposizione e attivazione di misure di accompagnamento inerenti la dimensione dell'abitare, del lavoro e dell'inclusione sociale.

La Struttura, inoltre, predispone:

  • le procedure di intervento in emergenza con riferimento a minori in stato di abbandono o a grave rischio sociale, a donne sole o con figli minori vittime di violenza e maltrattamento, a famiglie o singoli in condizioni di estremo disagio e senza reti parentali;
  • una serie di servizi e progetti mirati con presa in carico diretta per target di utenza specifica, prevalentemente afferenti all’area della immigrazione (Servizio Informastranieri, progetti a favore di Minori Stranieri Non Accompagnati, Rifugiati e Richiedenti Asilo, gruppi Rom, donne vittime di tratta e sfruttamento);
  • programmi e progetti  a favore delle dimensioni presenti attorno al carcere e alle misure sostitutive dello stesso;
  • l’interconnessione con i servizi specialistici dell’Azienda Usl (Centro di Salute Mentale e Servizio per le Dipendenze Patologiche) per l’attivazione di misure di contrasto alla povertà e di reinserimento sociale di persone in carico ai servizi sanitari.

Ufficio Coordinamento Area Fragilità Adulta

L’Ufficio svolge funzioni di supporto alla struttura in relazione alle procedure e ai progetti specifici dell’area adulti con fragilità, in particolare per quanto riguarda l’organizzazione e l’accesso al sistema dell’accoglienza offrendo in situazioni di criticità, uno spazio di confronto sui casi. Contribuisce al coordinamento delle equipe territoriali, garantendo la diffusione di informazioni omogenee in merito all'aggiornamento sulle risorse disponibili e su progetti in fase di attivazione, alla condivisione di processi di lavoro e al sistema delle priorità di accesso agli interventi.

Ufficio Coordinamento Area Lavoro

L’Ufficio collabora con la struttura in relazione alle procedure e ai progetti specifici volti all'accompagnamento e al sostegno all'inserimento/reinserimento lavorativo, socio-occupazionale e formativo di persone in stato di svantaggio in carico ai Servizi Sociali territoriali del Distretto, per le quali viene attivata la partecipazione a percorsi mirati. Contribuisce al coordinamento delle equipe territoriali sui temi del lavoro, perseguendo l’obiettivo della condivisione delle informazioni sugli strumenti e le risorse di politica attiva del lavoro disponibili e della definizione di prassi operative che consentano il monitoraggio dei progetti avviati.