Si tratta di una misura a sostegno delle famiglie, introdotta a seguito della chiusura delle scuole fissata, al momento, fino al 3 aprile 2020 (DPCM del 9/03/2020) a causa l’emergenza sanitaria coronavirus.

Il Bonus Baby Sitter da 600 euro (limite massimo) può essere chiesto da genitori (anche in caso di adozione e di affido preadottivo) di bambini con meno di 12 anni alla data del 5/03/2020, entrambi lavoratori, in alternativa alla fruizione del congedo parentale aggiuntivo.

Il Bonus è di 1.000 euro per i dipendenti del settore sanitario pubblico e privato accreditato, per i dipendenti delle Forze dell’Ordine e per il personale impiegato per le esigenze connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il voucher Baby Sitter può essere utilizzato solo per pagare le baby sitter regolarmente assunte.

I voucher possono essere fruiti tramite il Libretto Famiglia Inps, strumento introdotto già dal 2017 in sostituzione dei vecchi voucher Inps. I genitori che vogliono richiedere il bonus, dunque, dovranno attivarlo il prima possibile, registrandosi come utilizzatori sul sito INPS, nell’apposita sezione dedicata alle prestazioni occasionali. Anche le baby sitter dovranno registrarsi sulla piattaforma Inps come prestatori di servizi occasionali.

Tra le modalità per la presentazione della domanda vi è la procedura WEB dal sito di Inps.

In alternativa, chiamare il Contact Center Integrato di Inps raggiungibile al numero verde 803.164 gratuitamente da rete fissa, oppure al numero 06 164.164 da cellulare, pagando in base alla propria tariffa.