E’ un contributo economico destinato alle persone disabili di età compresa tra i 18 e i 64 anni in situazione di gravità certificata, finalizzato al mantenimento nel proprio contesto di vita al fine di evitare o ritardare l’inserimento in strutture residenziali.

L’assegno viene erogato a fronte di un piano di assistenza personalizzato, costruito e condiviso con l’assistente sociale e valutato dall’Unità di Valutazione Multidimensionale, e se in possesso della certificazione ex L. 104/92 art. 3 comma 3, e di un valore ISEE rientrante nei limiti fissati dalla Regione.

La durata dell’intervento è temporanea e il contributo può essere erogato direttamente alla persona interessata, alla sua famiglia o ad altre persone incaricate dell’assistenza (caregivers).

Quando il progetto che sottende alla concessione dell’assegno di cura prevede l’impiego di una figura assistenziale privata, verrà riconosciuto un contributo aggiuntivo, nella misura determinata dalla Regione Emilia-Romagna, solo se assunta con regolare contratto e per almeno 20 ore settimanali.