Presso le quattro sedi del Servizio Sociale territoriale (Poli Sociali territoriali) sono presenti micro equipe che si occupano dell’area Non Autosufficienza e Disabilità. Le situazioni in carico possono riguardare le condizioni di vita di:

- persone anziane che necessitano di un aiuto domiciliare, semiresidenziale o residenziale;
- persone con handicap/disabilità, invalidità o problemi sanitari gravi o adulti con problematiche sanitarie assimilabili agli anziani.

La Struttura Operativa Non Autosufficienza e Disabilità, in sede centrale (Duc), assicura la realizzazione, la gestione, il monitoraggio, la verifica e il controllo della rete territoriale dei servizi per persone anziane o adulte con patologie assimilabili a quelle geriatriche e per persone adulte con disabilità (secondo quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale, dai contratti di servizio e dai regolamenti vigenti). Inoltre, la Struttura si occupa della promozione di progettualità innovative al fine di agevolare la piena partecipazione alla società delle persone adulte con disabilità e delle persone anziane.

La S.O. Non Autosufficienza e Disabilità opera in stretto raccordo e a supporto del Servizio Sociale territoriale, collabora con i soggetti istituzionali che si occupano di persone anziane e persone adulte con disabilità e con gli esponenti del terzo settore e del volontariato, in una logica di condivisione e di co-costruzione di progetti e iniziative.

Ufficio Coordinamento Area Anziani

L’Ufficio svolge funzioni di supporto alla struttura in relazione alle procedure e ai progetti specifici dell’area anziani. Contribuisce al coordinamento delle equipe territoriali, garantendo la diffusione di informazioni omogenee in merito all'aggiornamento sulla disponibilità di nuovi progetti/risorse in fase di attivazione, alla condivisione di prassi di lavoro sui casi e sul sistema delle priorità di accesso agli interventi.

Ufficio Coordinamento Area Disabili

L’Ufficio svolge funzioni di supporto alla struttura in relazione alle procedure e ai progetti specifici dell’area disabili. Contribuisce al coordinamento delle equipe territoriali garantendo la diffusione di informazioni omogenee in merito all'aggiornamento sulla disponibilità di nuovi progetti/risorse in fase di attivazione, alla condivisione di prassi di lavoro sui casi e sul sistema delle priorità di accesso agli interventi.