Il D.L. 4 ottobre 2018, n. 113, convertito in Legge 1 dicembre 2018, n. 132, rinomina il Sistema di protezione per richiedenti asilo, rifugiati e minori stranieri non accompagnati – SPRAR in SIPROIMISistema di Protezione per Titolari di Protezione Internazionale e per i Minori Stranieri non accompagnati. L’accesso al Sistema oggi è riservato ai titolari di protezione internazionale e a tutti i minori stranieri non accompagnati. Inoltre, la nuova disposizione normativa prevede che possano accedere ai servizi di accoglienza integrata del SIPROIMI anche i titolari di permesso di soggiorno per vittime di violenza o tratta, vittime di violenza domestica, motivi di salute, vittime di sfruttamento lavorativo, calamità, atti di particolare valore civile.

Nel Comune di Parma sono attivi due progetti SIPROIMI, uno denominato «Una Città per l’Asilo» destinato a uomini singoli, donne sole, anche vittime di tratta e donne con bambini, l'altro denominato «Casa d’Asilo» rivolto a minori stranieri non accompagnati richiedenti asilo e non.

Accesso

Gli inserimenti nel progetto vengono disposti dal Servizio Centrale del Ministero dell'Interno Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione.

Nell'ambito del progetto SIPROIMI è attivo uno sportello di assistenza legale per l'informazione, la consulenza e l'accompagnamento alle procedure di protezione internazionale.

Lo sportello è gestito dall’Ente attuatore del progetto SIPROIMI c/o Informastranieri – Via Cecchi n. 3

Contatti

e-mail: sportellosprarparma@comune.parma.it

Per informazioni dettagliate sul progetto, consultare la scheda informativa del Comune di Parma:

Scheda Informativa - Sistema di Protezione per Titolari di Protezione Internazionale e per Minori Stranieri non accompagnati